CANTO BENEVENTIANO

Il canto chiamato “beneventano” rappresenta una variante delle tradizioni musicali diffuse nell’Europa romano-germanica. Nel caso specifico, nel Ducato longobardo di Benevento si affermò dapprima soprattutto negli ambienti monastici, maggiormente legati al potere,...

SCRITTURE INCOLTE

Scritture in-colte: testimonianze di mezzi e strumenti per la comunicazione Questa esposizione nasce dalla collaborazione tra il Museo Diocesano, la Biblioteca Capitolare di proprietà del Capitolo Metropolitano ‘Santa Maria Assunta’ e l’Assessorato alla Cultura del...

STORIA DI UN CORREDO FEMMINILE LONGOBARDO

Unico per la sua ricchezza e per la sua tipologia è il corredo femminile longobardo proveniente dalla tomba 100 della necropoli di Nocera Umbra, in provincia di Perugia. Trasferito nel 1916 insieme ad altri 24 corredi di pregio presso il Museo Nazionale Romano presso...

INTELLIGENZA NELLE MANI

La metallurgia: un’arte tra quotidianetà, guerra e potere Per i Longobardi gli individui che godevano di maggiore prestigio sociale erano i cavalieri. Tuttavia, un posto di rilievo era occupato dai fabbri, perché, con le loro mani, era indispensabile per...

IL CAVALIER DI CASTEL TROSINO

Una delle testimonianze più significative riguardo la considerazione e il prestigio di cui godeva un cavaliere nella società longobarda ci viene offerta dalla tomba numero 119 rinvenuta nella necropoli di Castel Trosino. Qui, nel corredo funebre del defunto, sono...